Neuroscienze

Dopo più di un secolo, Psicologia e Neurofisiologia sono tornate a percorrere insieme il cammino verso l'approfondimento delle operosità della mente umana.
Le Neuroscienze ne sono il risultato.

Grazie a questo approccio scientifico e alle tecnologie ad esso correlate, è possibile fare Ricerca coniugando i processi cognitivi e comportamentali dell'Essere Umano con i comportamenti fisiologici del sistema nervoso centrale.

Prese le mosse con la Ricerca di base, le conoscenze neuroscientifiche permettono oggi di indicare efficaci soluzioni operative anche nell'ambito della riabilitazione e dell'educazione speciale.

Nel complesso dominio delle Neuroscienze, ha trovato un posto di particolare rilievo la Neuroscienza della Musica.

Ascoltare Musica e ancor più fare Musica richiedono la "concertazione" di numerose e distinte funzionalità del sistema nervoso centrale come poche altre attività umane necessitano. Sensi quali l'udito e la vista, insieme ad emozioni, sistema motorio, dinamiche empatiche tra due o più persone; tutto ciò converge nell'esperire Musica, integrato dalle facoltà spazio-temporali, ovvero facoltà cognitive di alto livello.

Studiare il sistema nervoso che "opera" con la Musica ci permette pertanto di approfondire le straordinariamente complesse funzionalità del cervello e delle sue relazioni con il corpo; e come diretta e preziosa conseguenza, di cominciare a intervenire nella riabilitazione dando fondamento scientifico alle "terapie musicali".