Bionaturopatia

Le medicine olistiche si interessano del Vivente considerato nella propria complessa totalità.
Olos in greco significa globale, complessivo.

Il pensiero olistico ha origini antiche; vede l’Essere umano come inscindibile dalla Natura e considera anima e corpo, bellezza e benessere come realtà inseparabili, come parti indivisibili di un unico insieme. Le cure olistiche nascono dalle attenzioni e dal rispetto per la Natura, e dalla Natura ricavano energia, dolcezza ed efficacia.

Con Bio-Naturopatia ci si riferisce a un concetto globale della fisiopatologia umana secondo il quale i vari stati patologici e i sintomi correlati sono interpretati come momento di disarmonia nel rapporto tra energia ("Qi" secondo la Medicina Tradizionale Cinese, "Ki" per la giapponese, o "Prana" per l'indiana) e materia (corpo fisico). A fondamento del procedere bionaturopatico è posto il principio per cui l'organismo umano possiede la capacità innata di proteggersi, regolarsi e adattarsi.

Dall'approccio olistico derivano diversi protocolli operativi che, attraverso la pratica manuale del bio-naturopata, mirano a favorire l'acquisizione da parte della Persona della consapevolezza della propria identità energetica e fisica.

Ad oggi, le attenzioni del progetto sono rivolte all'approccio bioenergetico al sistema cranio-sacrale, alla riflessologia plantare, alla prano-pratica e alla digito-pressione.